Modica. Città nobile, opulenta e popolosa, capo dell'antica ed amplissima Contea". La descrizione ottocentesca, appartiene allo storico ed ecclesiasta Vito Amico, ed elegantemente racchiude l'importanza economica, politica e culturale di una città, le cui radici sembrano affondare in tempi e circostanze remote e non sempre chiare. Un "Regno nel Regno", così è stato definito il fenomeno di organizzazioni territoriali come la Contea di Modica che, pur formalmente create dal Re, costituirono un potere effettivo ed un eventuale, essenziale, appoggio economico e politico per ogni forma di potere centrale. Numerose sono le rappresentazioni della città: •Modica, "città delle cento chiese"; • Modica città di Salvatore Quasimodo; • Città del famoso ponte, tra i più alti in Europa, dominando l'intera città, e che congiunge la vecchia e la nuova Modica. • Città del Castello, di cui rimangono una torre del diciottesimo secolo e un, più recente, orologio. •La "città delle due città", Modica Alta e Modica Bassa. • La città dei deliziosi dolci e cibi tipici e dei colorati, splendidi paesaggi del mare e della campagna. • Città del Barocco e della Contea, testimonianti lo splendore e l'importanza storica della città, in epoche passate, quando era tra le più belle e potenti di Sicilia. • Infine città dei disastri: naturali, come i terremoti del 1613 e del 1693, e le alluvioni del 1833 e del 1902; umane, come rispettosamente (per le vere catastrofi) giudicabile è la collocazione di certi obbrobri architettonici in mezzo a contesti storici e artistici di tutt'altra estrazione.

Non hai trovato l'immobile che cerchi?

Compila il form con le tue richieste, il nostro staff ti contatterà prima possibile.

 

Scegli in dettaglio l'immobile da cercare

Contratto

Tipologia





Prezzo